Parole in libertà

Le storie

Raccontare il mio abitare per me significa raccontare la mia storia
Ognuno nell’abitare qui ci mette il suo vissuto
Ciò che mi ha tirato fuori dalla mia casa è stata la musica in cortile

Architetture spazi e confini

Qui cambiano i confini della casa
Cambiano sia i confini fisici che i confini mentali
In un condominio normale ci sono confini rigidi
Nei condomini normali non ci sono spazi predisposti all’incontro
Qui ci sono standard altissimi a costi bassi
Vivere qui ti porta a riflettere su come sono costruite le case
Il contesto fisico influenza le relazioni
È interessante comprendere come noi cambiamo in base al contesto in cui viviamo
Interessante riflettere su spazi e confini
Interessante pensare a come sono strutturati i luoghi abitativi e riflettere su quali sono le loro funzioni
Certi luoghi per come sono strutturati invogliano la socialità
I condomini moderni sono spazi astratti
Questo edificio era già pensato per accogliere una comunità: da convento a cohousing
La casa aperta verso l’esterno permette di portare dentro casa molte cose
Altrove per sentirsi a casa si chiude la porta, qui apriamo la porta

Le relazioni e le persone

Non bastano luoghi fisici dotati di luoghi comuni, sono le persone che devono avere il desiderio di abitare questi luoghi, di incontrarsi.
La coabitazione è condivisione con persone diverse
È un incontro sempre arricchente
Qui c’è un “livello alto” di persone
È interessante l’uso delle parole: qui si dice “ABITANTE”, non “inquilino”
Qui c’è un dialogo continuo
C’è contaminazione
È comunque uno sforzo, un impegno, è più semplice rimanere chiusi nel proprio guscio
Relazionarsi con gli altri significa mettersi in discussione
Valore enorme del lavoro svolto dal gestore Rosanna

Condivisione e possesso

Concetti chiave: abitare, vivere, non possedere, condividere
Non possedere facilita la condivisione
Cambia il concetto, il valore del possesso
È importante raccontare quali sono gli ingredienti: cosa serve e cosa trovi qui

La bellezza

Bisognerebbe sempre cercare di rendere bello il posto dove abitiamo
Cercare di seminare bellezza
Il posto bello fa stare bene, si respira bellezza
Qui c’è tanta bellezza
La casa dove abitiamo riflette il nostro animo
Altri social-housing sono molto diversi da qui, c’è degrado, non c’è cura, non c’è bellezza
Il mio voto è 10, a tutti gli aspetti

Fuori di qui e dopo di qui

Prima abitavo in un condominio piccolissimo, ma non ho mai visto gli altri “inquilini”
C’era una relazione “istituzionalizzata” (per dirmi di fare meno rumore non mi hanno parlato, mi hanno fatto trovare una lettera nella buca!)
Una volta via di qui bisogna rassegnarsi a fare un passo indietro
Fuori di qui bisogna accontentarsi
C’è un “salto” tra qui e il fuori di qui
Fuori di qui ci si sente soli, non al sicuro
Una volta via di qui, riuscirò a trovare un altro posto sicuro da chiamare casa?

Come ci si sente e cosa si impara

Qui ti senti al sicuro, fuori no
Mi sento tornata ragazzina
Mi sento libera
Anche il gatto si è presto sentito a casa
Non per tutti però è così
Qui si riesce a vivere con leggerezza
Qui ti senti felice
Le persone che abitano qui sono felici
Sto imparando a stare di nuovo bene, qui
Da quando sono qui ho sviluppato il mio senso di appartenenza sociale e civile
Un posto come questo ti insegna a fare un passo oltre
Il futuro dovrebbe essere così